IMU - Imposta Municipale Propria

L’art. 13 del D.L 201/2011, convertito nella Legge 214/2011 ha anticipato al 1° gennaio 2012 l’introduzione dell’IMU, Imposta Municipale Propria, istituita dal DLgs 23/2011. L’IMU dal 2012 sostituisce l’ICI, Imposta Comunale sugli Immobili. L’IMU dal 2014 è una delle componenti della IUC, Imposta Unica Comunale, istituita dalla Legge 147/2013 (Legge di Stabilità per il 2014).

A decorrere dal 2014 l'IMU non si applica all'abiltazione principale e relative pertinenze (un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7) con esclusione di quelle censite nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per le quali continua ad applicarsi l'IMU con aliquota e detrazione di cui alla delibera comunale.

A decorrere dal 2016:

  • l'IMU non si applica ai terreni agricoli in quanto il Comune di Finale Ligure risulta classificato montano dalla circolare del Ministero delle finanze n.9 del 14 giugno 1993 (art.1, comma 13, L.28/12/2015 n.208: “A decorrere dall'anno 2016, l'esenzione dall'imposta municipale propria (IMU) prevista dalla lettera h) del comma 1 dell'articolo 7 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, si applica sulla base dei criteri individuati dalla circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 18 giugno.
  • la base imponibile è ridotta del 50% per le unita' immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonche' dimori abitualmente nello stesso comune in cui e' situato l'immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all'immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unita' abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; ai fini dell'applicazione delle disposizioni della presente lettera, il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione”; per ulteriori chiarimenti si rinvia alla Risoluzione n.1/DF del 17/02/2016 del Ministero dell'Economia e delle Finanze.
  • per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l'imposta, determinata applicando l'aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75 per cento.

Il Comune di Finale Ligure, per l'anno 2018, non ha adottato alcuna delibera per l'imposta in oggetto. Restano pertanto valide le ultime aliquote deliberate, relative all'anno 2015 (Delibera di C.C. n. 71 del 30 giugno 2015).

Funzionario Responsabile del Tributo: Selene Preve - Delibera di nomina

Si precisa che la procedura di calcolo del Tributo IMU esegue un mero conteggio matematico sulla base delle rendite e dei dati inseriti dal contribuente, pertanto l’Ufficio Tributi non è responsabile di eventuali errori derivanti dall'utilizzo della presente procedura

Argomenti correlati